Quali sono le cause dell'intestino pigro?

I fattori implicati spaziano dalle abitudini alimentari scorrette fino alla presenza di condizioni patologiche sottostanti responsabili di un’alterata funzionalità intestinale.

Ridotta frequenza di evacuazione (inferiore alle 2-3 volte alla settimana)

L'intestino si basa sul movimento muscolare necessario per evacuare ed espellere i rifiuti dal nostro organismo. Quando questo movimento viene bloccato o rallentato da forze esterne, il tratto digestivo può ostruirsi.

Utilizzo eccessivo di farmaci


L'abuso di determinati farmaci, in particolare i lassativi, determina uno squilibrio intestinale provocando inevitabilmente i dolori sintomi dell'intestino pigro. Altri farmaci che possono provocare questo disturbo sono antipertensivi, antidepressivi e antiacidi.

Alimentazione restrittiva


Anoressia e bulimia possono scatenare la sindrome dell'intestino pigro e causare danni permanenti al tratto digerente dell'individuo.

I sintomi dell'intestino pigro

L’intestino pigro non è un fastidio difficile da riconoscere. Ricordiamo che i seguenti sintomi possono verificarsi nello stesso momento.

Nausea


L'intestino pigro è correlato alla mancanza di liquidi nel tratto intestinale, ovvero una forma di disidratazione. La nausea è un sintomo comune in presenza di disidratazione.

Sensazione di incompleto svuotamento

Andare meno in bagno, così come la consistenza differente delle feci, è un sintomo tipico dell'intestino pigro.

Gonfiore e dolore addominale


L'intestino pigro si verifica quando la digestione viene rallentata, causando una maggiore produzione di gas nello stomaco. Questo particolare tipo di gonfiore è solitamente doloroso.

I rimedi per un intestino pigro

La sensazione dell’intestino pigro può durare per diverse settimane. Di seguito qualche rimedio.

Prediligi alimenti ricchi di fibre

È sicuramente raccomandato prediligere cibi ricchi di fibre, verdure, legumi, cereali e la frutta in grado di aiutare la motilità intestinale, come ad esempio la mela cotta, le pere, le prugne, i kiwi e i fichi. Particolarmente indicato anche lo yogurt, che favorisce l'equilibrio della flora batterica intestinale.

Fai i gargarismi con l'acqua

Farlo rigorosamente più volte al giorno stimolerà il nervo vago nel palato e potrebbe aiutare a stimolare l'intestino pigro.

Come prevenire l'intestino pigro

L’intestino pigro è un fastidio per cui mettere in atto metodi di prevenzione diventa davvero importante, perché trattarlo dopo il suo arrivo può essere incredibilmente scomodo, dispendioso in termini di tempo, ma soprattutto doloroso.

FAQ

Se hai qualche domanda sull'intestino pigro, consulta le nostre FAQ

    Non è una soluzione rapida, ma una dieta ricca di fibre contenente molta frutta e verdura può aiutare a migliorare i fastidi dell'intestino pigro.

    I probiotici possono aiutare ad alleviare la sensazione dell’intestino pigro.

    Risolvere la sensazione dell’intestino pigro può richiedere tempo. Per alleviare questo fastidio, puoi iniziare una dieta ricca di fibre e provare ad utilizzare un prodotto a base di probiotici nella tua quotidianità.

Per le esigenze specifiche

Gli integratori alimentari della linea Enterogermina sono a base di probiotici e per diverse esigenze. Sono in grado di: favorire l’equilibrio della flora batterica intestinale, mantenere la normale funzione del sistema immunitario, aiutare la regolarità del transito intestinale e altro…

In che modo il Bacillus clausii può aiutare a risolvere i tuoi problemi intestinali?

Il Bacillus clausii è un batterio Gram-positivo buono che lavora per riequilibrare l’intestino e può aiutare a trattare e prevenire diverse condizioni associate ai disturbi intestinali.
 

Approfondimenti

Conoscere il proprio intestino e identificare i fattori scatenanti dei disturbi intestinali è il primo passo per stare bene. Scopri come il microbiota intestinale può essere influenzato in maniera negativa da moltissimi fattori - dai viaggi ai cambiamenti stagionali - e come puoi favorire il giusto equilibrio interno per stare meglio.