Le cause della diarrea

La diarrea è una delle risposte del corpo allo squilibrio intestinale, che potrebbe essere stato causato da uno dei fattori di seguito:

Virus e batteri

Quando gli organismi infettivi entrano nell'organismo, distruggono i batteri buoni presenti nell'intestino. Molti casi di diarrea acuta sono proprio causati da virus, più frequentemente da rotavirus (soprattutto nei bambini) e da norovirus.

Farmaci e antibiotici

Molti farmaci e antibiotici uccidono anche i batteri buoni e ne fanno moltiplicare altri. Questo squilibrio all’interno dell’organismo determina la diarrea come effetto collaterale.

Viaggi e alimentazione

Il viaggio porta molto spesso a cambiamenti della dieta, uno dei fattori scatenanti della diarrea. Inoltre, batteri patogeni e parassiti possono entrare nel corpo attraverso cibo, acqua e superfici sconosciuti.

I sintomi della diarrea

Cosa ci aspetta in caso di diarrea? Ecco quali sono i sintomi

Urgenza alla defecazione

L'emissione di feci liquide (o poco formate) continua, è sintomo di diarrea

Dolori addominali

Il fastidio allo stomaco è quasi sempre presente in caso di diarrea poiché l'intestino tende a gonfiarsi e avere crampi.

Febbre e vertigini

La febbre è un sintomo comune della diarrea e, allo stesso tempo, ci si può sentire disorentiati.

I rimedi alla diarrea

La diarrea, oltre ad interrompere la normale routine, è sempre fonte di forte disagio. Ecco tre suggerimenti per riportare velocemente l'equilibrio giusto nel tuo organismo.

1° rimedio: Attenzione all'alimentazione

Quando si soffre di diarrea si consiglia una dieta semplice a base di banane, riso, mele e pane tostato.

2° rimedio: Attenzione alle temperature

E' consigliato consumare alimenti e bevande a temperatura ambiente: il caldo e il freddo possono infatti favorire la nausea, rendendo la situazione ancora più spiacevole.

3° rimedio: Rimani idratato

La diarrea induce il corpo a perdere liquidi e Sali minerali molto rapidamente, portando il nostro organismo alla disidratazione. Bevi molta acqua per prevenire la disidratazione.

Come prevenire la diarrea

Prevenire è meglio che curare e ci sono alcune semplici misure cautelative che possono essere messe in atto per garantire che la diarrea non ti prenda alla sprovvista.

FAQ

Se hai qualche domanda sulla diarrea, consulta le nostre FAQ

    Il termine diarrea deriva dalla parola greca διαρρέω, che significa scorrere attraverso. La diarrea consiste nell’emissione di feci liquide (o poco formate), con un aumento della quantità di feci e del numero di evacuazioni (in genere 3 o più al giorno).

    Se la diarrea dura meno di 2 settimane, si parla di diarrea acuta. La diarrea viene definita cronica se dura più di 4 settimane. Nei casi intermedi, si parla di diarrea persistente.

    La diarrea cronica consiste nell’emissione, per oltre 4 settimane, di feci poco formate, accompagnate da una aumentata frequenza di evacuazione o da urgenza alla defecazione.

    La diarrea acuta è caratterizzata dall’emissione di almeno 3 scariche di feci mal formate (sciolte) o liquide al giorno per un periodo inferiore alle 2 settimane.

    Idratazione, fermenti lattici e dieta rappresentano il primo rimedio alla diarrea. Medicinali a base di Loperamide cloridrato sono in grado di fermare i sintomi della diarrea acuta.

    Occorre consultare il medico se la durata è superiore ai 2 giorni con dolore addominale, o in caso di febbre alta, diarrea o vomito profusi, presenza di sangue nelle feci o segni di disidratazione.

    Alimenti come il riso, eventualmente condito con olio extravergine di oliva a crudo e formaggi stagionati privi di lattosio, sono consigliati in caso di diarrea. Nei casi lievi di diarrea, è utile bere acqua, ma anche liquidi sotto forma di succhi, di zuppe o di bevande per lo sport, e mangiare cracker.

    Evitare cibi che tendono a irritare l’intestino, come fritti, salse piccanti, caffè o bevande gasate, ma anche di mescolare diversi gruppi alimentari che affaticano la digestione.

    La diarrea può essere causata da moltissimi fattori che vanno dal malassorbimento degli alimenti ai farmaci aggressivi. Una delle cause più comuni è l'infezione batterica, così come la mancanza di batteri buoni nell'intestino.

Per la cura dei disturbi intestinali

La gamma Enterogermina è studiata per porre rimedio agli squilibri della flora intestinale, fornendo miliardi di batteri buoni che sono in grado di trattare sia la condizione sia i sintomi associati.

In che modo il Bacillus clausii può aiutare a risolvere i tuoi problemi intestinali?

Il Bacillus clausii è un batterio Gram-positivo buono che lavora per riequilibrare l’intestino e può aiutare a trattare e prevenire diverse condizioni associate ai disturbi intestinali.

Approfondimenti

Conoscere il proprio intestino e identificare i fattori scatenanti dei disturbi intestinali è il primo passo per stare bene. Scopri come il microbiota intestinale può essere influenzato in maniera negativa da moltissimi fattori - dai viaggi ai cambiamenti stagionali - e come puoi favorire il giusto equilibrio interno per stare meglio.